Come si può sapere se sono protestato?

Di 10 febbraio, 2009, 8:00 am

Come si può sapere se sono protestato?

Conoscere se sei protestato?
Se vuole sapere circa l’esistenza o meno di un protesto a suo carico o anche di un soggetto diverso, si deve consultare il registro informatico dei protesti, mediante una visura o un certificato presso lo sportello dell’ufficio protesti della camera di commercio di competenza (v. visura protesto).
Generalmente quando si parla del registro informatico dei protesti si intende appunto l’elenco dei protesti o bollettino ufficiale dei protesti.
A puro scopo didattico ricordiamo che la maggioranza delle persone che sono protestate è dovuto a causa dell’emissione di assegni rimasti insoluti o scoperti. Le banche interessate devono comunicare al soggetto che ha emesso l’assegno, l’avvenuto protesto dell’assegno, mediante preavviso di revoca di firma. Dalla data di preavviso il soggetto ha tempo 60 giorni per regolarizzare il pagamento del titolo, maggiorato di una percentuale pari al 10% dell’importo dovuto, più interessi ed altre spese. Se in questo arco di tempo non si è proceduto al saldo del dovuto, si verrà segnalati anche alla CAI (v. centrale allarme interbancaria).

Articoli Correlati

Tags : | , , , , , ,

2 commenti a Come si può sapere se sono protestato?

  1. img

    Volevo domandare, mio padre é stato protestato in passato, ha pagato tutte le cambiali e assegni emessi con rispettivi interessi,é passato anche un bel po,pero’ogni prestito che lui chiede gli viene negato, ha un lavoro stabile, prende uno stipendio buono, cosa deve vedere se ha qualcosaltro? dicono che non risulta niente come mai potete rispondere sulla mia mail per favore? grazie.

    • img

      Ciao Loris abbiamo dovuto togliere la tua mail poichè ben presto ti sarebbe arrivata una quantita enorme di spam!!, detto questo prova a leggerti queste pagine http://guide.inrosso.com/protesti/ sicuramente trovi informazioni utili per verifare di persona se il nominativo di tuo padre è stato cancellato presso i registri informatici, rivolgiti anche presso l’Ufficio dei protesti della Camera di Commercio della tua provincia. Dovresti fare anche una visura presso CRIF, CTC, EXPERIAN i sistemi informazioni creditizie. Se hai necessità di richiedere subito un prestito, valuta l’opportunità di richiedere una cessione del quinto, generalmente non fanno problemi per l’erogazione di questo tipo di prestito, dato che la rata viene assorbita direttamente nella busta paga.

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica. Campi obbligatori *

*

Puoi usare questi tag HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>