Fideiussore mutuo: è possibile recedere dalla garanzia ed essere svincolato?

Di 29 settembre, 2009, 11:39 am

Desideravo chiedere in che modo e se è possibile ad un certo punto al fidejussore che ha dato la sua garanzia può ad un certo punto recedere dalla garanzia ed essere svincolato, se le condizioni dei debitori sono tali da non averne più bisogno o se un altro fidejussore con caratteristiche analoghe si sostituisce al precedente.

Chiedo questo perché io e la mia compagna vorremmo accendere un mutuo fondiario per
cui ci serve un garante con determinate caratteristiche (che peraltro abbiamo), solo che la banca nel contratto di mutuo ha inserito alcune clausole tipo la non possibilità di recesso da parte del fidejussore
fino alla completa estinzione del debito, o comunque per tutta la durata del mutuo (30 anni). Con queste clausole il nostro fidejussore non ci sta. A questo punto mi domando sono clausole che solo questa
banca pone oppure qualunque istituto ci farebbe condizioni analoghe? e poi quali sono in realtà le modalità di recesso per il fidejussore?

Articoli Correlati

Tags : | , , ,

20 commenti a Fideiussore mutuo: è possibile recedere dalla garanzia ed essere svincolato?

  1. Il contratto di mutuo è un atto pubblico stipulato da un pubblico ufficiale qual è il notaio, una volta fatto l’atto e stabilite tutte le condizioni, tasso durata mutuatari garanti e tutto il resto, tale atto non è più modificabile (eccezion fatta se la banca lo permettesse), soprattutto togliere un garante in quanto la banca va a perdere una garanzia importante. Quindi difficilmente viene svincolato un garante da un atto di mutuo.
    L’unica soluzione è quella o di chiudere il vecchio mutuo aprendone uno nuovo con la stessa banca (un po’ difficile a farsi) oppure fare un nuovo mutuo con un altra banca e qui stabilire nuove condizioni e nuovi soggetti mutuatari e garanti.

    • img

      Dopo una convivenza di 4 anni il mio fidanzato mi ha lasciata e non sono rimasti buoni rapporti. Io ho messo la firma come terzo garante, dopo i suoi genitori, ed ora vorrei svincolarmi da questa situazione senza doverlo ricontrattare…possibile che non ci siano alternative? Devo vivere i prossimi anni con questo pensiero? Spero mi sappia offrire una soluzione! La prego di scrivermi sull’e-mail sopra scritta. Grazie

      • Buongiorno Paola, per essere svincolata occorre rinegoziare il mutuo,e questo significa che il tuo ex dovrebbe fare il tutto, diversamente ti puoi rivolgere al giudice tramite legale per farti svincolare.
        Un saluto,
        Petracca Simone.

  2. Buon giorno,
    Normalmente quasi tutte le banche in teoria mettono questa clausola ma poi in pratica si riservano di valutare la situazione al momento della richiesta, nel senso che se i richiedenti dimostrano che i loro redditi sono capienti per il sostentamento della rata, naturalmente dopo almeno 1 anno, la banca può prendere in considerazione tale condizione.
    Non troverà mai una banca che sottoscrive tale condizione.
    Saluti.

  3. Il fidejussore rimane coinvolto nell’operazione fino alla scadenza od all’estinzione del finanziamento e non è prevista possibilità di recesso,
    questo in tutte le banche, poiché il fidejussore “sostiene” la richiesta di
    mutuo ed è fondamentale per l’approvazione preopmeno reddituale dello
    stesso.

  4. img

    SE il tuo garante non si fida di te e vuol togliersi, perche’ dovrebbe fidarsi la banca ?

    • img

      se il garante ha bisogno di farsi un suo mutuo e nel frattempo il debitore del mutuo garantito ha un reddito tale da coprire le garanzie del garante?
      se non si fidava non avrebbe mai firmato una fideiussione!
      giusto?

  5. Pingback: Decesso del Garante, Come Proteggersi dai Debiti ereditati? Eredita con Beneficio di Inventario | InRosso.com

  6. img

    Salve
    Il mio compagno è attualmente separato “separazione consensuale tribolata” con la sua ex moglie. Quest’ultima ha una macchina intestestata e lui gli fa da garante. Da questa estate si è dovuto accollare anche l’importo mensile del finanziamento dell’auto. E LO STIPENDIO E’ FINITO!
    Vorrei sapere a cosa va incontro se omette il pagamento e se c’è un modo per svincolarsi. Premetto che lui ha una busta paga e lei no.Grazie

    • Buongiorno Barbara,
      ma nella separazione consensuale il tribunale su questo finanziamento che cosa ha deciso?
      Se non viene pagata la rata mensile, il primo rischio è quello di essere segnalati nelle varie centrali rischi e quindi ci si preclude poi l’accesso ad eventuali mutui o prestiti da un anno sino a 3 anni, oltre al fatto che la banca/finanziaria inizierà il recupero delle somme andando a pignorare lo stipendio, beni mobili ed immobili.
      Conviene tramite i rispettivi legali di trovare un accordo, facendo estinguere il finanziamento (e quindi liberare il vs compagno da questo prestito) e cercare di farne uno nuovo a nome suo assieme a qualche suo famigliare, visto che non ha busta paga.
      Un saluto,
      Petracca Simone.

  7. img

    Buongiorno,
    4 anni fa ho ottenuto un mutuo cointestato insieme ad altre due persone. Successivamente loro si sono accollati la mia parte di casa e di mutuo. Dato che la banca non mi ha completamente svincolata(risulto ancora nell’ipoteca) vorrei sapere cosa rischio in caso di mancato pagamento. Inoltre le mie condizioni economiche (reddito) sono molto cambiate (in peggio) da 4 anni a questa parte e vorrei sapere se questo fosse sufficiente a far decadere anticipatamente il mutuo oppure a liberarmi dal vincolo.

  8. Buongiorno Paola,
    se la tua parte è stata accollata da altre persone ti devi immediatamente far svincolare da tale contratto di mutuo con tutti i relativi aggiornamenti nelle varie banche dati.
    Tieni presente che se non pagano il mutuo loro la banca può chiamarti in causa per il pagamento delle rate.
    La tua attuale posizione reddituale non viene valutata da nessuno.
    Fatti svincolare subito, hai tutti i diritti.
    Un saluto,
    Petracca Simone.

  9. img

    Il 5 ottobre 2010 ho stipulato un mutuo cointestato in 4 persone io e altre tre persone.
    Ho trovato un compratore del mio 25% di immobile.
    Come faccio a liberarmi del mutuo della banca in quanto la banca dice che non mi libera a patto che non si saldi completamente l’intero mutuo di tutti e quattro i mutuatari???
    ho bisogno di sapere.grazie

  10. img

    salve,ho una domanda da porre: mio marito è il proprietario di una casa acquistata nel 2006 con i genitori che ne sono gli usufrutori e il fratello garante.
    Mio marito si vorrebbe togliere in tempi molto brevi dalmutuo in modo da non avere più al momento nessuna proprietà per cause private.
    come si può fare? quali sono i tempi ed i costi?
    aspetto con ansia una sua risposta. grazie
    andra

    • Buongiorno Andra,
      per procedere occorre rinegoziare il mutuo e nello stesso tempo, vs marito deve cedere la sua proprietà, altrimenti la banca nel mettere la nuova ipoteca deve prendere sempre la firma di vs marito.
      I costi dipendono dal valore della rendita del bene.
      Un saluto,
      Petracca Simone.

  11. img

    Salve a tutti. Credo di essere in un grosso guaio e vi scrivo per chiedervi consiglio. Mi sono separata e ho venduto la mia parte di alloggio al mio ex marito, con accollo del mutuo, (come da accordo nella separazione omologa, seguita da atto notarile).Poiché ho un conto cointestato con il mio ex, aperto dalla banca che ci ha fatto il prestito per versare la rata del mutuo, adesso non riesco a chiudere questo conto, né tanto meno a svincolarmi dal mutuo, perché sono garante del mio ex. Lui non guadagna a sufficienza, mentre io ho un lavoro a tempo indeterminato, con stipendio fisso (1200 euro al mese).Oltretutto, ho venduto a lui la mia parte prima dello scadere dei famosi 5anni e dovrei ricomprare entro l’anno, perché allora avevamo goduto dei benefici fiscali per l’acquisto della prima casa. Ma poiché sono garante del mio ex, la banca non vuole farmi nessun prestito, dunque io non posso acquistare proprio niente.
    Il mio ex non ha nessun garante alle spalle che possa prendere il mio posto.
    A questo punto, sono garante di un alloggio che non è mio (quindi non ho alcuna proprietà), ma continuo ad essere debitrice alla banca (per i prossimi 26 anni…).
    Cosa posso fare? Un altro atto notarile, in accordo col mio ex, per tornare nuovamente ad essere proprietaria dell’alloggio? Quest’alloggio, tra l’altro, non si riesce a vendere, perchè fa parte di case popolari molto fatiscenti (al terzo piano, senza ascensore), che tra un po’ dovranno essere ristrutturate in ogni parte comune e nessuno lo vuole comprare. Noi non abbiamo contanti per estinguere il mutuo.
    Inoltre, se anche tornassi ad essere la proprietaria unica, un domani il mio ex potrebbe fare ricorso, dato che non sono stati rispettati gli accordi di separazione?
    Scusate, forse sono stata troppo prolissa…
    Se avete voglia e piacere di rispondermi, vi ringrazio anticipatamente… sono in trepidante attesa di buoni consigli.
    Desperada

  12. img

    Salve vorrei sapere se è possibile che un terzo faccia da garante alla banca nella richiesta di un mutuo solo ed esclusivamente con un bene immobile e non con la propria pensione/stipendio.
    Grazie

    • Salve Tammy,
      diciamo che esiste la figura del terzo datore d’ipoteca…
      Ma quanto chiedi tu deve essere visto nell’insieme di quello che la banca deve affrontare.
      Quindi, io ti posso dire di si oppure no, dipende da cosa esattamente devi fare tu.
      Chiamami per qualsiasi info.
      Un saluto,
      Petracca SImone.

  13. img

    buon giorno:
    vorrei sapere se è possibile chiedere alla BANCA LEVARE UNA FIDEJUSIONE, MIO MARITO è GARANTE DELLA SORELLA DI UN MUTUO ACQUISTO PRIMA CASA, NOI ERAVAMMO PROPRIETARI DI UN APPARTAMENTO CHE ABBIAMMO VENDDUTI E QUANDO SIAMO ANDATI A RICOMPRARE LA BANCA CI HA NEGATO IL MUTUO PERCHE MIO MARITO ERA GARANTE DI SUA SORELLA E QUINDI CI RITROVIAMO SENZA CASA NOI QUINDI VORREI SAPERE SE E POSSIBILE CHIEDERE ALLA BANCA DI TOGLIERE MIO MARITO DAL MUTUO NOI ATTUALMENTE SIAMO IN AFFITTO.
    VI RINGRAZIO IN ANTICIPO PER UNA SUA RISPOSTA

  14. img

    Salve, la mia ex compagna ha firmato come garante del mutuo. Ora dopo 2 anni di separazione vorrebbe acquistare un immobile ma la banca le ha negato il prestito in quanto garante del mio mutuo. Le mi ha detto che vuole essere cancellata come garante. Ho scritto alla ING DIRECT ma per farla togliere dovrei presentare il mio cud, ma attualmente è basso e non mi permetterebbe tale operazione. Posso cambiare garante? cosa può fare la mia ex per ottenere quanto vuole? In caso si rivolga al giudice cosa può ottenere e come?
    Mille grazie

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica. Campi obbligatori *

*

Puoi usare questi tag HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>